È l’uomo sbagliato o siamo noi a sbagliare? Tutta la verità sui tuoi uomini

perchè scelgo l'uomo sbagliato


9 giugno 2016

Blog / Metodo INCIMA - By: Cristina Bari

L’uomo sbagliato è “bello e impossibile”… si sa.
E se invece fosse possibile trovare l’uomo giusto?

Impossibile elencare tutte le poesie, le canzoni, i drammi dedicati alle relazioni “dannose” con un certo tipo tipo di partner. Se è vero che i poli opposti si attraggano e anche vero che molto spesso si annullano: come per dire “+ X – = -”.
È una verità che spesso si concretizza: siamo attratti quasi sempre dalla persona sbagliata. Ma perché questo accade?
Per quale alchimia nascosta il nostro radar tra milioni di abitanti riesce a trovare sempre quegli più str…?!  😉
Insomma: perché scegli sempre l’uomo sbagliato?


La dottoressa Pat Allen dice che il motivo per cui una donna tende ad innamorarsi di un uomo sbagliato è che il suo picker, -ovvero l’attrazione, l’intuizione, la chimica che la induce a scegliere un uomo invece di altri- è difettoso.
Manco a dirlo il tutto è riconducibile alle esperienze infantili (col padre et simila of course!) che più o meno consciamente ti hanno condizionato a scegliere partner che non possono o non vogliono essere come tu li vuoi.

Vorresti tanto avere un uomo autonomo ed indipendente? Ecco “caricarti” (non uso a caso questa espressione, voglio proprio dire “prenderti carico”) un bambinone non disposto all’impegno.
Vorresti tanto avere un uomo da proteggere ed accudire (parleremo un giorno di questo complesso della crocerossina, meglio noto come “l’effetto Candy Candy”) ed ecco che sei lì a distruggerti per un uomo menefreghista ed anaffettivo.
Se non ti è mai capitato nella vita di trovarti in una relazione con un partner “sbagliato” (cioè “non adatto ai tuoi bisogni”…non esistono persone “sbagliate” in senso assoluto) reputati molto fortunata o avveduta.
Ma se almeno una volta ti è successo di condividere gioie e dolori con qualcuno per poi accorgerti di essere sola in un rapporto, beh…consolati, non sei l’unica!

L’uomo sbagliato è frutto delle nostre “scelte”

Accade spesso che, “vittime” di meccanismi inconsci, tendiamo a ripetere il nostro schema di scelta, frutto appunto di quanto esperito nell’infanzia.
Ma non c’è vittima senza carnefice e, mi dispiace dirtelo, ma in questo caso il carnefice sei proprio tu.
“Fammi capire Cristina…non solo mi ritrovo sempre con l’uomo sbagliato, ma devo anche essere la responsabile del rapporto dannoso?”
In effetti è così: l’uomo sbagliato è frutto di una tua scelta conscia scaturita da schemi interni affettivi inconsci. Sempre lui! L’inconscio che sembra decidere tutto senza interpellarci!
Per risolvere questi schemi mentali è necessario creare delle “nuove abitudini” che piano piano diventeranno oggetto dell’inconscio. Ma questa volta saranno “buone abitudini”: rispettare di più te stessa, gestire con serenità le emozioni, etc….

In questo il metodo INCIMA ti può davvero aiutare, perché ti aiuta a cambiare questi schemi per adottarne altri più “sani” per te e per la tua vita.
Ma la prima cosa che devi fare per evitare di ricaderci ancora è: dì a te stessa la verità sugli uomini della tua vita. Solo tu puoi sapere cosa li caratterizza, perché li hai scelti, come mai hanno avuto un ruolo nella tua vita…solo tu puoi “dirti” questa verità perché l’unica cosa che hanno in comune tra loro sei proprio tu!
E allora, ecco un piccolo esercizio per te, per iniziare a capire come fare per liberarti dell’uomo sbagliato e non sceglierlo più.

Come evitare l’ uomo sbagliato? Esercizio pratico.

  • Seleziona una persona della quale ti fidi ciecamente: tua sorella, la tua migliore amica, un confidente…qualunque persona abbia a cuore il tuo benessere e la tua felicità.
  • Prenditi del tempo….taaaaanto tempo! Non dovrai essere disturbata mentre esegui questo esercizio.
  • Carta e penna e inizia a scrivere un elenco di tutti i tuoi uomini, nessuno escluso: padre, fratello, vicino di casa, catechista, amante, marito, amico, ex- fidanzato, collega….Chiunque ha o abbia avuto un ruolo seppure marginale nella tua vita deve essere contenuto in questa lista.
  • Respira a fondo, e ora inizia a scrivere per ogni nome un aggettivo, una parola, un sentimento che per qualche ragione associ a quella persona. Non è un esame, scrivi ciò che ti viene in mente nella maniera più libera e serena possibile.
  • Rileggi la lista dei tuoi uomini e cerca di capire cosa provi: le tue emozioni devono fluire liberamente.
  • Quando sei pronta leggi la tua lista alla persona di fiducia che avevi scelto; condividere questo tuo diario intimo ti aiuterà a dare un nome ad ognuna delle tue emozioni.
  • Take your time” direbbero gli americani, prenditi il tuo tempo ora…un momento solo per te: un bagno caldo, una passeggiata, qualunque cosa ti permetta di rilassarti dopo questa intensa esperienza emotiva.

Questo esercizio è un piccolo passo per “focalizzarti”, e non per “fissarti”, sul problema “uomo sbagliato”.
È un inizio, un sassolino che può ruzzolare e iniziare a spingere per qualcosa di più grande: credi nel cambiamento, credi nella possibilità.

Il metodo INCIMA da anni aiuta le persone a vivere più felici, a trovare la serenità, a cambiare.
Per rispondere alla domanda del titolo: non è l’uomo sbagliato, siamo noi a sbagliare le nostre scelte perché condizionate dalle “abitudini/schemi dannosi” radicati nel nostro inconscio.
Cambiare queste abitudini è il primo concreto passo per la felicità.

A presto,
Cristina

The following two tabs change content below.

Cristina Bari

Mamma di Viola, compagna di vita e di professione di Dario, ho ideato e sviluppato il metodo INCIMA, per aiutare le persone a creare una psicologia robusta e fare della felicità un'abitudine. Lo faccio offrendo ad ognuno dei miei studenti i magici benefici del coaching individuale e delle meditazioni personalizzate.

Rispondi